James Talley divenne famoso sul finire degli anni ’70 col suo sound testimonianza pura e sincera di quel repertorio di cultura rurale “spagnola” del New Mexico. Con una serie di album per la Capitol si era costruito la propria fama per, poi, perdersi per le polverose strade attorno ad Albuquerque e al Rio Grande. Nel 1992, grazie anche al grande lavoro dell’etichetta tedesca #BearFamily, corona un sogno con questo The Road To Torreón (1992 – Bear Family BDC 15633 AI), un progetto discografico e fotografico di grande spessore. Infatti, assieme al fotografo Cavalliere Kerchum, Talley realizza questo cofanetto multimediale dove all’ora scarsa di musica abbina un libro fotografico con splendide, nonché tristi, inquadrature dei villaggi e degli abitanti di quelle terre raccontare dai brani folk e country del songwriter americano, tornato ai bagliori di un tempo. Disco inciso a Nashville con l’aiuto di preziosi session man ci avvolge con le sue ballate nostalgiche, con chitarre spagnoleggianti e fisarmonica accompagnate sempre da una ritmica soffice e precisa. Tante piccole gemme che affiorano di ascolto in ascolto con vette come “Demona” e “La Rosa Montana” che colpiscono subito come le conclusive “Does Anybody Know Why Ana Maria’s Mama Is Crying?” e la dylaniana “I Had A Love Way Out West”.


 

James Talley – The Road To Torreón (1992)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *